Articoli

ED E’ CORSA AI SALDI!

ROMA, 3 GENNAIO 2015 – Torna il consueto appuntamento del dopo-feste, particolarmente atteso dai commercianti dopo un Natale dal volume di affari sottotono, l’avvio della stagione dei saldi invernali in tutto il Paese - quest’anno anticipati secondo l'indirizzo della Conferenza delle Regioni e delle Provincie Autonome - a partire da questa mattina, a eccezione di Basilicata e Campania che ieri hanno fatto da apripista. Secondo la recente indagine dell'Ufficio Studi di Confcommercio «ogni famiglia, in occasione dei saldi invernali 2015, spenderà 336 euro per l'acquisto di capi d'abbigliamento, calzature ed accessori, per un valore complessivo di 5,3 miliardi di euro». Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia e Vice Presidente Confcommercio, sottolinea il vivo «appeal delle vendite di fine stagione nel settore abbigliamento, calzature, pelletteria, accessori, articoli sportivi e tessile per la casa: più di un italiano su due ha deciso di fare acquisti proprio nel periodo dei saldi. Confermata - così - la tendenza degli acquisti nei negozi tradizionali e di una scelta sempre più orientata al prodotto di qualità ad un prezzo accessibile». «Le vendite di fine stagione - ha commentato Roberto Manzoni, il presidente di Fismo - valgono circa il 20% dei fatturati annui dei negozi, che nel 2014 hanno scontato ancora l’effetto della crisi: secondo le stime dell’Osservatorio Confesercenti, l’anno appena concluso ha registrato la cessazione di oltre 11.700 imprese della distribuzione moda, al ritmo di più di 900 negozi chiusi ogni mese. L’auspicio è che il 2015 possa segnare il termine di una tendenza negativa che ormai dura da 7 anni».

Montagno Bozzone Sebastiana

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie privacy policy.