imageimage

Dalle biomasse uno sviluppo sostenibile per il territorio

Si è svolto martedì 28 gennaio, presso la sede Legacoop di Roma, il convegno sulle biomasse organizzato in collaborazione con Enel Green Power.

legacoop1Ma cosa sono le biomasse?La frazione biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui di origine biologica provenienti dall’agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali), dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, comprese la pesca e l’acquacoltura, nonché la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani".

È questo quanto si legge nella Direttiva europea 2009/28/CE. La questione però non è così semplice, perché a causa di una normativa non ancora ben definita in Italia, ci sono delle difficoltà già nelle semplicidefinizioni di ciò che è “rifiuto”, ciò che è “non rifiuto” e quello che è un “sottoprodotto”. Proprio a proposito di questa difficile questione la dott.ssa Sofia Mannelli (Presidente Chimica Verde Bionet) ha cercato attraverso delle slide esemplificative di portare alla luce una schematica definizione normativa, come fine però di promuovere, nonostante le difficoltà,sempre più l’utilizzazione di materie prime di origine vegetale, per la sostenibilità dell’ambiente.

legacoop2Il nocciolo centrale del convengo è stato appunto l’ambiente. La salvaguardia del territorio italiano, che può essere aiutato dalla stessa popolazione a sopravvivere, attraverso l’insegnamento di utilizzazione delle materie prime e il ritorno alla coltivazione dei campi. In questo modo l’intento delle aziende è quello di unire la competenza tecnologica con quella sociale. Bisogna “congiure interessi diversi”- come detto da Giuliano Poletti (Presidente Legacoop)- per “stabilire un rapporto equilibrato, coinvolgendo le popolazioni locali”. Ovviamente gli impianti alimentati a biomasse,medi o piccoli, creano anche un potenziale sviluppo nell’ambito dell’occupazione, oltre che uno “sviluppo forestale, un contributo al dissesto idrogeologico e un’ efficienza energetica, con riduzione dei costi per il riscaldamento/raffrescamento”,come sottolineato da Sonia Sandei di Enel GreencPower.

Il contenuto calorico delle biomasse può essere sfruttato attraverso molteplici processi, basati su diverse tecnologie (a seconda del tipo e della composizione), convertite in altro combustibile, o usate per la generazione di energia elettrica. Nella trasformazione la biomassa subisce una serie di processi fino alla conversione di biomassa in energia termica, o alla conversione di energia termica in energia elettrica.Affinché la biomassa possa essere sfruttata al meglio vi deve essere però un equilibrio tra la disponibilità della fonte e la quantità utilizzata per produrre energia.L’obiettivo di Enel Green Power è quello di creare un modello di produzione con un alto potenziale di sfruttamento non solo in Italia, ma nel mondo. Per fare questo però l’auspicio di tutti è quello che le biomasse si sviluppino attraverso un modello efficiente in tutta la nostra nazione, con una possibilità di riuscita che duri nel tempo.