La comunicazione aziendale

All’interno dell’Impresa concepita in senso moderno, la comunicazione assume un ruolo più che centrale, strutturante: contribuisce a stabilire ambiente e gruppi di lavoro favorendo lo scambio di informazioni; può raggiungere ogni livello o settore dell’azienda e rende possibile l’organizzazione stessa dell’Impresa.

È ormai condivisa l’idea che tutte le attività promosse da un’Impresa “fanno comunicazione”. È grazie alla comunicazione che l’azienda definisce i servizi o prodotti offerti, ne divulga l’esistenza creando o adeguando altresì le aspettative dell’utente. La comunicazione ha inoltre un ruolo fondamentale nel collocare l’Ente sul Mercato, in una determinata posizione e in un segmento di interesse specifico.

Quindi con l’espressione “comunicazione aziendale” si intendono tutte le strategie e le tecniche di comunicazione impiegate da un’Impresa, un’azienda, un’Organizzazione, per far circolare informazioni all’interno e all’esterno dell’ambiente di lavoro.

Lo scambio di dati e informazioni è fisiologico e inevitabile all’interno di un’Impresa, quindi è bene organizzarlo e gestirlo sin dall’inizio dell’attività, per creare un terreno comune a tutti i livelli della struttura aziendale.

È  indispensabile per un’azienda, provvedere con le risorse umane ed economiche adeguate all’organizzazione di una strategia comunicativa funzionale ed efficace. I risultati delle statistiche condotte per testare l’incidenza della comunicazione nella fortuna e nella longevità di un marchio dimostrano l’estrema utilità di allestire un piano di comunicazione.

 Il flusso di informazioni che gravita quotidianamente intorno a un’Impresa, può essere diretto all’interno dell’azienda o all’esterno di essa.

Saper organizzare la comunicazione aziendale interna significa creare un circuito di informazioni tale da coinvolgere simultaneamente tutti i membri dello staff per ricevere e produrre continuamente informazioni aggiornate da immettere di nuovo nel circuito comunicativo.  In questo modo il personale diventa un elemento indispensabile nel processo: l’immediatezza della comunicazione – soprattutto con le moderne tecnologie consente un  rapido adeguamento delle strategie commerciali che tenga il passo delle frequenti evoluzioni del mercato e della società. La forza di un’azienda o di un’Organizzazione, è data dalla passione di chi ne muove i fili, di chi la vive e la fa vivere tutti i giorni.

Comunicare efficacemente rende possibile coordinare il lavoro di operatori e supervisori, mettere in comune i diversi reparti, con un conseguente monitoraggio costante che consente nel tempo un’ottimizzazione delle risorse e dei risultati.

La comunicazione inoltre facilita i rapporti umani: consente di affrontare e risolvere eventuali problemi interni allo staff e aiuta a delineare soluzioni condivise. Una buona comunicazione interna consente ai dirigenti di avere un quadro analitico e affidabile di ogni collaboratore. La comunicazione aziendale interna efficace, produce identificazione, conoscenza, motivazione e offre nuovi stimoli; spesso riesce a creare un gruppo affiatato, preparato e coinvolto anche emotivamente nel lavoro.

 

La coesione del gruppo di lavoro rafforza l’identità di un’Impresa e un’identità solida e ben delineata produce  - all’esterno -  un’immagine vincente.  Un ambiente di lavoro sereno dove ognuno sente di ricoprire un ruolo specifico e fondamentale, oltre ad essere più piacevole, è più produttivo di un contesto in cui i “colleghi” neanche si conoscono tra di loro. Un ambiente collaborativo ottimizza le dinamiche di lavoro producendo benefici sia in termini psicologici che commerciali.

Con la comunicazione esterna l’azienda può raggiungere – anche capillarmente – qualsiasi interlocutore (finanziatori, sponsor, ecc) o potenziale utente. Tuttavia il flusso di informazioni non è a senso unico. La comunicazione esterna infatti stabilisce un canale permanente con il pubblico su cui viaggiano informazioni e notizie sia in uscita sia in entrata. Questo feedback consente all’Impresa di conoscere sempre il livello di gradimento e soddisfazione degli utenti.

È in quest’ottica che la comunicazione diventa determinante per la fortuna di un’azienda: la voce del pubblico e quindi del mercato, rende l’Impresa dinamica e pronta ad adeguarsi alle esigenze dei consumatori, creandone di nuove e modificando – ove necessario – ciò che non funziona o che non ha prodotto la risposta desiderata.

La comunicazione – soprattutto quella in uscita – genera il biglietto da visita di un’azienda e trasmette l’immagine e i valori veicolati dal brand.

Gli obiettivi di una comunicazione esterna efficace sono promuovere e far conoscere se stessa, il marchio e i suoi prodotti o servizi, costruire un’immagine credibile e affidabile per attirare l’attenzione del pubblico ed ottenere, nella migliore delle ipotesi, la sua fidelizzazione.

Poiché qualsiasi atto comunicativo – per essere efficace – deve tener conto del destinatario a cui si rivolge, un’azienda deve allestire diverse strategie di comunicazione, a seconda del target che vuole raggiungere e del messaggio che deve veicolare.

Questa diversificazione strategica è possibile grazie ai numerosi supporti e strumenti comunicativi esistenti. Dai più tradizionali - ma comunque efficaci - opuscoli, comunicati stampa, cataloghi, locandine, volantini, diagrammi, schemi e progetti cartacei, ai mezzi tecnologici offerti dal web come mailing list, newsletter, social network, eccetera.

Anche l’organizzazione di eventi promozionali o informativi, di riunioni, meeting, fiere, convegni, tavoli di lavoro e manifestazioni, deve rientrare nella macrostrategia comunicativa. Un piano di comunicazione aziendale organizzato fin nei dettagli e attentamente gestito, garantisce il raggiungimento del risultato finale.