imageimage
imageimage

Premio Nobel per l'Economia a Angus Deaton, per analisi su consumi e povertà

STOCCOLMA, 16 OTTOBRE 2015 - Il premio Nobel per l'economia è stato assegnato allo scozzese Angus Deaton, per la sua analisi su consumi, povertà e welfare. La Royal Academy svedese lo ha premiato per il suo studio su come i consumatori dividono la spesa fra beni diversi, quanto spendono e quanto risparmiano, e per tre differenti 'conquiste': la creazione di sistemi sulla domanda, i collegamenti fra consumi e reddito, a livello micro e macroeconomico, e l'analisi degli standard di vita e povertà nei paesi in via di sviluppo. "Per progettare una politica economica che promuova il benessere e riduca la povertà, dobbiamo prima capire le scelte di consumo individuali.

Più di chiunque altro, Angus Deaton ha ampliato e migliorato questa comprensione" si legge nelle motivazioni al prestigioso riconoscimento assegnato dall'Accademia: "Collegando scelte individuali a risultati collettivi, la sua ricerca ha aiutato a trasformare i campi della microeconomia, macroeconomia e delle teorie dello sviluppo". Deaton ha realizzato un "modello di domanda quasi ideale", che serve per stimare come la domanda per ogni bene dipenda dai prezzi di tutti gli altri i beni e dal reddito dei singoli individui: il sistema è diventato uno standard per la valutazione di diversi parametri economici ed è usato ancora oggi. Tra i suoi contributi più rilevanti e controversi figura la formulazione del "Paradosso di Deaton", nello studio intitolato "La grande fuga: salute, benessere e le origini dell'ineguaglianza" in cui si sviluppa la tesi secondo cui le diseguaglianze sono necessarie alla crescita e allo sviluppo. Nel 2009 Deaton ha infine scoperto che oltre la soglia dei 75mila dollari, la felicità delle persone non aumenta perché diminuiscono i desideri da appagare. Nato ad Edimburgo nel 1945, Deaton è attualmente professore di Economia e Affari Internazionali alla Woodrow Wilson School of Public and International Affairs (WWS) e al Dipartimento di Economia a Princeton. Ha studiato al Fettes College di Edinburgh, poi all'Università di Cambridge, dov'è stato Fellow al Fitzwilliam College e ricercatore sotto la guida di Richard Stone e di Terry Barker nel dipartimento di Economia Applicata. Deaton ha insegnato econometria a Bristol per poi passare all'Università di Princeton nel 1983.

 

Montagno Bozzone Sebastiana

articoli più letti economia e finanza

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie privacy policy.