image
Eventi

Il Carnevalone Liberato di Poggio Mirteto

carnevalone

Anche quest’anno le strade di Poggio Mirteto - Comune della Sabina in provincia di Rieti - saranno riempite dalle originali ed eclettiche Maschere che festeggeranno il Carnevalone Liberato.

La festa avrà luogo il 9 marzo e ospiterà le esibizioni live di gruppi musicali e artisti di strada.

L’evento intende commemorare l’autoliberazione di Poggio Mirteto dallo Stato Pontificio. La tradizione storica vuole che il Carnevalone abbia luogo la prima domenica di quaresima, il ché sottolinea la sua connotazione “bonariamente” anticlericale.

La Storia.

Nel 1861 la popolazione di Poggio Mirteto si ribellò all’autorità pontificia con l’intento di ottenere l’annessione del Comune al futuro Regno d’Italia. Il 24 febbraio in seguito alla rivolta, Poggio Mirteto veniva dichiarato libero dallo Stato Pontificio. Da allora la festa fu celebrata ogni anno fino alla firma dei Patti Lateranensi del 1929, quando l’accordo tra l’Italia fascista e il Vaticano impose la soppressione dell’evento.carnevalone 3

La tradizione del Carnevalone Liberato fu ripristinata a partire dal 1977, con le consuete caratteristiche della festa laica.

Oggi il Carnevalone Liberato è uno degli appuntamenti più attesi e frequentati del centro Italia. I festeggiamenti cominciano la mattina e si protraggono fino al tramonto, tra gli spettacoli danzanti, musicali e le estemporanee esibizioni teatrali. L’evento autofinanziato e autogestito, rappresenta anche un’occasione per far conoscere e assaggiare le specialità eno-gastronomiche locali che saranno disponibili presso gli stand allestiti nelle suggestive vie de Comune.

I partecipanti potranno scegliere tra un’ampia varietà di salumi, formaggi, vini e dolci di ottima qualità, tutti caratteristici della Sabina e disponibili per tutta la giornata a prezzi decisamente bassi.

Per chi decide di partecipare al Carnevalone Liberato, la Maschera è d’obbligo; meglio se di gruppo. Potrete imbattervi nei Sette Nani, o negli Articoli della Costituzione, nei personaggi di Alice Nel Paese delle Meraviglie o di altre fiabe, e in animali di ogni genere. In passato hanno sfilato anche Maschere che alludevano alla tecnologia: qualcuno si è recato al Carnevalone travestito da Profilo Facebook, altri da grandi Smartphone o da Radio. carnevalone 2 I costumi che vengono sfoggiati ogni anno a quest’evento, sono tra i più originali e divertenti, spesso ideati e realizzati da chi li indossa.


L’organizzazione - ormai collaudata – del Carnevalone Liberato mette a disposizione ogni anno pullman e Corriere per agevolare il raggiungimento di Poggio Mirteto.

 

 

Il programma – domenica 9 Marzo 2014.

-          Ore 12.00 inizio dei festeggiamenti. Ma gli stand enogastronomici saranno aperti già dalla mattina

Dalle ore 15.00 Spettacoli sul Palco Grande in Piazza della Vetreria:

Kaos for Cause; Maleducazione Alcolica

-          Dalle ore 17.00 spettacolo musicale:

The Reggae Circus di Adriano Bono. Ospiti: Kutso, Minimo Sindacale, Baracca Sound e altri artisti.

Per tutta la giornata diversi artisti di strada si esibiranno per le vie del Comune coinvolgendo le Maschere presenti alla festa.

La conclusione dei festeggiamenti è prevista per le ore 20.00 circa.

Due cuori e un palazzo

downloadIl Palazzo Doria Pamphilj invita tutte le coppie di innamorati che si troveranno a Roma,  a trascorrere la giornata dedicata all’amore, nel cuore della Capitale fra dipinti, arazzi e famose opere d’arte. L’iniziativa promozionale e culturale intitolata “Due Cuori e un Palazzo” consentirà a tutte le coppie di entrare nel Palazzo Doria per un totale di 11 Euro, che solitamente è il prezzo intero di un biglietto.

Due x Uno quindi, per l’intera giornata di venerdi 14 febbraio 2014 dalle 9.00 alle 18.00; ma solo per gli innamorati!

L’intento della giornata organizzata dal Palazzo Doria Pamphilj – situato proprio nel centro storico della Capitale, a Via del Corso 305 – è quello di celebrare l’Amore nel senso più ampio del termine: non solo quello tra innamorati, ma anche quello per l’arte, per le cose belle, l’amore per gli artisti che hanno reso grande l’Europa e che ancora riescono ad ammaliare, sorprendere e commuovere intere generazioni.

Innamòrati di noi è il sottotitolo dell’iniziativa che vuole avvicinare i giovani al Palazzo, alle sue eleganti sale dove sarà possibile godere di diversi esemplari di Caravaggio, Bernini, Velàzquez,Tiziano, Brueghel, Raffaello e ancora Tintoretto Vasari, Guido Reni e di molte altre le firme.

Palazzo Doria Pamphilj attiva spesso agevolazioni sugli ingressi per consentire a chiunque di godere della grande Storia dell’Arte.

Quando non ci sono iniziative promozionali in corso, gli ingressi sono così organizzati:

  • Biglietto Intero: 11 Euro – include l’audioguida fino a esaurimento scorte
  • Biglietto Ridotto – per giovani dai 6 ai 26 anni o gruppi di persone : 7,50 Euro
  • Biglietto Ridotto Speciale per studenti di scuole e università che dispongano di tesserino: 5,00 Euro

Per gruppi molto numerosi (di almeno12 persone) l’ingresso è consentito con la riduzione, previa prenotazione a mezzo fax o e-mail ai seguenti contatti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La biglietteria del Palazzo accetta anche pagamenti con carta di credito ad esclusione di Amex & Diners.

Il Palazzo Doria Pamphilj è aperto tutti i giorni dell’anno tranne il 25 Dicembre, il 1° Gennaio e il giorno di Pasqua. L’orario di apertura è dalle 9.00 alle 19.00; la biglietteria presta servizio non oltre le 18.00.

Il Palazzo dispone anche della caffetteria e di un Bookshop dove poter acquistare gadget, agende, calendari, le stampe delle opere preferite e – tra l’ altro – il Pass per effettuare fotografie ad uso personale e non commerciale all’interno del museo.

Antonio e Cleopatra al Teatro Eliseo

Ultimi giorni per andare a gustare "Antonio e Cleopatra" di Shakespeare all'Eliseo con Luca Lazzareschi e Gaia Aprea, protagonisti del nuovo allestimento shakespeariano firmato da Luca De Fusco, uno spettacolo di forte impatto visivo che incrocia teatro, cinema e musica.  “Antonio e Cleopatra – dichiara il regista Luca De Fusco – viene associato al monumentalismo e all’esotico, quasi fosse una sorta di Aida della prosa. Il nostro, invece, è uno spettacolo asciutto ed essenziale, tutto imperniato sulla valorizzazione della parola, nella nuova traduzione di Gianni Garrera, e sul rapporto con la musica dell’ israeliano Ran Bagno. Anche dal punto di vista visivo niente navi, né eserciti, né palazzi imperiali ma un impianto rigoroso fatto di forti contrasti tra luce e ombra e di suggestive proiezioni.” Per mille ragioni (la lunghezza del testo, l’imponente numero dei personaggi, l’importanza degli allestimenti) Antonio e Cleopatra è un capolavoro assoluto che viene messo in scena molto raramente. In questo allestimento è stato tagliato, reso sobrio e riportato a una sensibilità più moderna.

COSÌ LA STAMPA

Un’audace contaminazione stilistica che ha del prodigioso. (Il Giornale)

L’infida regina d’Egitto è interpretata da una leonina Gaia Aprea e l’orgoglioso Antonio è impersonato da un vigoroso Luca Lazzareschi. (Corriere della sera)

Gaia Aprea sottrae Cleopatra al suo stereotipo hollywoodiano e la consegna alla struggente consapevolezza del suo fatale declino. Luca Lazzareschi è un Antonio di introversa e possente emozione. (Il Foglio)

Il regista napoletano porta a piena maturità l’antica utopia wagneriana sull’opera d’arte totale. (Corriere del Mezzogiorno)

Luca Lazzareschi affronta Antonio evocando assieme Carmelo Bene (per certe allucinate e folli digressioni evidenziate dai primi piani video) e l’eleganza di un giovane Vittorio Gassman. Cleopatra è Gaia Aprea, attrice di notevole qualità. (Linkiesta )

Da non perdere!

Montagno Bozzone Sebastiana

                

Carnevale Romano

carnevale

 

Domani la Capitale festeggia il Carnevale con l’iniziativa Fori in Maschera:  Sabato 1° marzo, i Fori Imperiali saranno animati dalle 12 alle 19 da spettacolari, divertenti e colorate esibizioni artistiche; domenica mattina invece, sempre in via dei Fori Imperiali, sfilerà il Carnevale boliviano organizzato dall’Ambasciata dello Stato Plurinazionale di Bolivia e, nel pomeriggio, si svolgerà la trentaquattresima edizione del Carnevale Romano delle 7 Contrade di S. Atanasio.

Sabato 1 marzo:

Da mezzogiorno sui Fori partiranno una serie di attività di animazione. Dalle 15, in particolare, alle ore 19, il tratto di via dei Fori Imperiali tra piazza Venezia e largo Corrado Ricci sarà animato da esibizioni acrobatiche dal vivo che, sul tema “Il sogno e la magia”, allieteranno il Carnevale di adulti e bambini.

L'Associazione Materia Viva A.A.R. 2000 proporrà a largo Corrado Ricci lo spettacolo “Come in un sogno”, con racconti e musica dal vivo, tra scenografici numeri di acrobatica aerea, trampolieri, e danzatori con sfere di cristallo.

Nell’area antistante via San Pietro in Carcere si svolgerà, a cura di Ondadurto Teatro, lo spettacolo “Action”. In scena una serie di performance di teatro-danza e acrobatica, che reinterpretano le favole tradizionali utilizzando grandi macchine scenografiche in movimento e ambientazioni oniriche.

Lungo via dei Fori Imperiali e all'altezza dell’incrocio con via Alessandrina, PAV SNC presenterà il progetto "Coriandoli". Tra allegria, meraviglia e poesia, si susseguiranno gli spettacoli di arte di strada dei trampolieri LUNAIF, dei musicisti, trapezisti e giocolieri NANDO & MAILA, del danzatore con il fuoco LUCIGNOLO, del clown COCÒ, e del giocoliere MR CAPONE.

 

In via Alessandrina sarà di scena lo spettacolo "Sogni di Carnevale", proposto dall’Associazione La Capriola - Abraxa Teatro, con l'esibizione musicale del primo gruppo italiano di tamburi giapponesi TAIKO NO KOE, a cura della compagnia l'Allegra Banderuola, e con il teatro e l’animazione di strada della compagnia Il NaufragarMèDolce.

 

Nel parcheggio antistante piazza Madonna di Loreto si susseguiranno alcune tra le migliori performance della compagnia ATMO nello spettacolo “Tra sogni e magia”, a cura dell'Associazione Alcatraz, con esibizioni sui trampoli ed effetti pirotecnici in cui sono inseriti anche elementi di nuveau cirque, danza ed evoluzioni aeree, ruota cyr, magia, giocoleria.

Domenica 2 marzo:

Dalle 10 alle 14 via dei Fori Imperiali vivrà il Carnevale Boliviano organizzato dall’Ambasciata dello Stato Plurinazionale di Bolivia. Una decina di carri allestiti con altrettanti gruppi di ballerini sfileranno in costume folcloristico in rappresentanza ciascuno di una diversa Città della Bolivia.

 

Dalle 15 al via il Carnevale Romano delle 7 Contrade di S. Atanasio che quest’anno sfilerà, oltre che nelle vie del quartiere tiburtino, anche nell’esclusivo palcoscenico di via dei Fori Imperiali. Le contrade nascono nel 1980 su idea dell’allora parroco di S. Atanasio don Remo Bonola. Da allora, sotto la guida del parroco Don Vincenzo Luzi, le Contrade organizzano all’interno del quartiere il palio Storico con la corsa dei cavalli in occasione dei festeggiamenti del santo patrono e del carnevale, impegnandosi nella realizzazione di grandi carri allegorici. Nel corso di questi 34 anni i carri delle 7 contrade hanno avuto una tecnica ed una coreografia sempre più bella e scenografica, attirando l’attenzione di migliaia di cittadini. Negli ultimi 5 anni il carnevale Romano delle 7 contrade di S. Atanasio è stato ospite delle sfilate in via Nazionale.

 

L’iniziativa Fori in Maschera è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica - Dipartimento Cultura, con il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura.

 

Montagno Bozzone Sebastiana

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie privacy policy.